Daria Colombo

Daria Colombo nasce nel 1955 a Verona e si laurea in lettere moderne a Padova, specializzandosi in storia del teatro. Tra il 1975 e il 1980 cinema, televisione e teatro, sono tra le sue iniziali esperienze (collaborazioni con Vancini, Festa Campanile, Celentano, Placido ed altri). Contemporaneamente studia architettura d’interni e scenografia e inizia la professione di art director che le farà incontrare nel 1981 il marito, il cantautore Roberto Vecchioni, con il quale stabilirà un rapporto sentimentale e professionale che dura da quasi trent’anni. Con lui avrà tre figli. Questo non le impedirà di continuare a collaborare per una decina d’anni come freelance, sempre in qualità di art director, con importanti case discografiche e artisti italiani. Realizzerà anche eventi prestigiosi (il Festival del Jazz per il Comune di Milano) e significativi convegni culturali (“Rapporto fra Canzone e Poesia”, sempre a Milano). Nel 1999, dopo varie esperienze giornalistiche, diventa pubblicista. Collabora con quotidiani (Corriere della Sera e Unità’) e con la RAI. Con tale struttura parteciperà alla realizzazione di vari programmi (tra gli altri “I Grandi processi” con Sandro Curzi e Franca Leosini -1996- di cui è coautrice per RAI 1 e lo speciale “68 e dintorni”-1998- per RAI 3, di cui è autrice unica). E’ anche intervistatrice e coautrice del format in dieci puntate “Racconti di vita“ in onda su RAI 2. Nel 2000 è coautrice della trasmissione “Lezioni d’Autore” per l’università telematica di Nettuno e inizia un ciclo d’interviste, distribuito dalla RAI, che durerà vari anni e che la porterà ad incontrare i più grandi esponenti della cultura italiana (Tadini, Cerami, Bocca, Maraini, Olmi, Merini, Giorello, Aulenti e molti altri). Nel 2001 è ideatrice con alcuni amici del “Movimento dei Girotondi” e ne diviene uno dei volti più noti a livello nazionale. E’ impegnata in varie iniziative di solidarietà (in particolar modo in Kenia a favore dei bambini di strada) pur continuando ad affiancare professionalmente il marito nell’attività di quest’ultimo.“Meglio dirselo” (Rizzoli, aprile 2010) è il suo primo romanzo.